Responsabile

Leo Alati

 

 

Corsivi Attualità Politica Cultura Umorismo Edicola programmi tv Treni Pagine bianche C. A. P. TuttoCittà Codice fiscale

 

Avevo assistito alla marcia dei 40 mila di 38 anni fa. Avessi potuto questa volta avrei partecipato. In molti avevano i capelli bianchi? Vuol dire che non si battono per loro ma per Torino, per il Piemonte e per le nuove generazioni.

Non è in discussione se si farà o no la TAV da Budapest a Lisbona e si dirama per il nord Europa. Si farà. Il problema è se deve passare da Torino o al di là delle Alpi.

Governo senza logica

Correva l’anno 1541 e l’imperatore Carlo V in visita ad Alghero, colonia catalana molto fedele alla corona, di fronte ad una piazza gremita, non riuscendo più a trattenere un bisogno fisiologico e desiderando quindi ritirarsi con urgenza dal balcone a cui era affacciato, pur di por fine alle acclamazioni e alle richieste dei maggiorenti locali che reclamavano titoli nobiliari di cui fregiarsi, pare che salomonicamente concludesse con un: “Bien, todos Caballeros”!

28 dicembre 2018

L'oca spennata

Jean Baptiste Colbert, ministro delle finanze di Luigi XIV, il re Sole, nel diciassettesimo secolo, diceva: “l’arte della tassazione consiste nello spennare l’oca in modo da ottenere il massimo delle penne con il minimo di starnazzi”.

7 novembre 2018

Una giornata di ordinaria paura

È convincimento diffuso che l’aumento del numero di immigrati comporti un incremento della criminalità. A poco servono i freddi dati statistici che raccontano tutta un’altra storia: tra il 2014 e il 2017 le rapine sono diminuite del 23,4 %, i furti del 20,4%, gli omicidi del  25,3 % .

5 novembre 2018

M5S Torino: no alla TAV, si ai TIR

Edward Lorenz, meteorologo del MIT, teorico della teoria del caos, intitolò una sua conferenza: “Può il battito di una farfalla in Brasile provocare un uragano in Texas?”. Su farfalle e uragani lasciamo disquisire gli esperti, anche se di caos come italiani lo stiamo  diventando tutti.

31 ottobre 2018

Medicina e numeri chiusi

Per amor di patria meglio evitare considerazioni su un governo che annuncia l’abrogazione del numero chiuso per l’accesso alla facoltà di medicina, salvo poi smentirsi, e con i ministri competenti che dichiarano che a loro non risulta. Numero chiuso? Quale? Perché ce n’é più di uno.

17 ottobre 2018

 

 

“I partiti non devono vergognarsi:
a queste condizioni non ci stiamo”

(28/12/2018)

Caresanablot si conferma al primo posto in Italia per giocate pro capite alle slot

I numeri elaborati dal Gruppo Gedi. Il vice sindaco: “Dati drogati dalla presenza di una grande sala giochi frequentata da avventori di altre città” (23/12/2018)

Con i dazi su Cambogia e Birmania salvi qualità e lavoro

Il mondo del riso ringrazia l'Ue. Coldiretti e associazioni di categoria soddisfatti dopo l’annuncio della Commissione. (12/11/2018)

Il cantautore: il mio successo? In realtà ho poca autostima

Francesco Guccini: «Senza vino, sigarette e donne mi consolo con la tv.
Mio padre? Mai a un mio concerto»

SUMMUS IUS, SUMMA INIURIA (Cicerone)

I magistrati che si occupano dei gravi delitti compiuti dal Sindaco di Riace non vedono, non comprendono la differenza tra chi "combina" un matrimonio con una ragazza immigrata per sfruttarne la prostituzione e chi "combina" il matrimonio per salvarla dalla prostituzione e dallo sfruttamento. Da quì la ciceroniana "summus ius, summa iniuria" che dovrebbero, ripeto dovrebbero conoscere ed applicare.(La locuzione indica che una applicazione acritica del diritto - che non tenga conto delle circostanze a cui le sue norme devono essere applicate nel singolo caso e delle finalità a cui esse dovrebbero tendere - ne uccide lo spirito e può facilmente portare a commettere ingiustizie o addirittura costituire strumento per perpetrare l'ingiustizia.).

03 ottobre 2018

Libertino Scilolone

 

 

 

(23/12/2018)

Diagnosi

No, non è normale che il psi sia ridotto a queste percentuali. Ma la responsabilità ha radici ormai lontane nel tempo. Già ai tempi di Craxi, ma anche con i segretari precedenti, con il partito al governo del Paese e delle amministrazioni locali alleato della DC o del PCI, si era verificato l'assalto alla diligenza da parte di opportunista di varia provenienza. Una gramigna che finì spesso per soppiantare l'erba buona. D'altra parte era facile scalare un partito che andava dal 10 al 14% ma che deteneva un potere ben maggiore.

A livello nazionale questo andazzo fu sottovalutato, occupati magari in grandi progetti politici, peraltro tuttora validi, e il risultato fu che il psi, che poi era un gigante solo fino ad un certo punto, si ritrovò ad avere i piedi di argilla. Di fronte all'attacco di tangentopoli ci fu il fuggi fuggi dal parte dei soliti in cerca di sistemazione ma anche di chi in buona fede cercava una nuova casa per continuare le battaglie socialiste.

Ricostruire un partito ridotto in quelle condizioni, attaccato da destra e da sinistra, massacrato e poi ignorato da giornali e TV, non sarebbe stato facile per nessuno. A questo possiamo aggiungere la tradizionale litigiosità dei socialisti, che una volta poteva avere aspetti positivi ma ora è solo patetica, e la paralisi è inevitabile.

La diagnosi deve essere veritiera e spietata ma solo per indurci ad andare avanti in modo consapevole: le difficoltà ci sono per essere superate. Basta volerlo.

8 novembre 2018

Leo Alati

 

A proposito di confino

La vicenda del sindaco di Riace mi ha ricordato una strano concetto sul funzionamento della giustizia che avevo maturato da ragazzo cresciuto dalla Locride. Ero convinto che quando un ndranghetista finiva in disgrazia con i suoi in caso di colpa lieve la pena fosse il confino, nei casi intermedi la galera (il tutto delegato alla magistratura), nei casi gravi veniva ucciso direttamente dalla ndrangheta. Evidentemente non avevo capito niente ma ero troppo giovane.

24 ottobre 2018

Leo Alati

 

Alcune foto e vignette presenti in questo sito sono prese da internet, quindi valutate di pubblico dominio. Se il soggetto o gli autori dovessero avere qualcosa in contrario alla pubblicazione, basta segnalarlo alla redazione, alla mail la_risaia@libero.it Si provvederà alla rimozione delle immagini.

© 2012La Risaia   La voce dei riformisti vercellesi

Webmaster & Design by Francesco Alati